• HTML 02

    HTML 02
  • HTML 01

    HTML 02

Flotta di Giove

Flotta di Giove

Flotta di Giove

[木星艦隊 (Mokusei Kantai)]

Grazie allo sviluppo dei reattori termonucleari in cui avviene la fusione tra Elio e Deuterio, la tecnologia dell’Universal Century può avvalersi di una fonte energetica abbondante e pulita. Tuttavia, il combustibile principale è costituito dall’Elio-3, un isotopo presente in grandi quantità solo nell’atmosfera di Giove, ed è quindi necessario creare navi interplanetarie che raccolgano il prezioso elemento dal gigante gassoso e lo riportino nelle vicinanze della Terra. Questo è appunto il compito della Flotta di Giove, nota anche come Jupiter Energy Fleet, un’organizzazione non-governativa che consta di enormi IPHC (Inter-Planetary Helium Carrier, trasporti interplanetari di Elio) mossi da potenti motori ad impulso termonucleare; tra di essi, si possono ricordare le classi Jupitris e Thousandth Jupiter.
Data l’importanza vitale delle risorse che hanno a bordo, queste navi sono tutelate da trattati internazionali, che ne impediscono l’aggressione in caso di guerra. I membri della Flotta stessa sarebbero inoltre tecnicamente neutrali, ma il monopolio sull’indispensabile Elio-3 consente loro di esercitare un’influenza politica considerevole. Durante il trentennio che va dall’U.C. 0123 all’U.C. 0153 ne risulta anzi evidente il ruolo di “regia occulta” per la destabilizzazione del governo federale terrestre, vista la parte avuta dalla Flotta di Giove nei tre maggiori conflitti del periodo (Guerra della fondazione di Cosmo Babilonia, Invasione dell’Impero di Giove, Guerra di Zanscare).

 

 

I commenti sono chiusi