G-Saviour

G-Saviour

G-SAVIOUR

[Gセイバー (G SEIBĀ)]


G-Saviour

Nei piani della Sunrise G-Saviour costituiva, insieme alla serie televisiva ∀ Gundam, il fulcro del “Big Bang Project”, la grande manifestazione lanciata ad agosto 1998 e poi sviluppatasi lungo tutto il 1999 per festeggiare il 20° anniversario di Gundam. Caso unico nel panorama delle produzioni legate al MS bianco, si tratta di un film con attori in carne e ossa, dove le sequenze dei mobile suit, delle astronavi e delle colonie sono realizzate in computer grafica.
Il prodotto, pur essendo dignitoso, non ottiene il successo sperato, specialmente nei paesi occidentali verso i quali si avevano tante aspettative. A rincarare la dose, durante l’Anime Expo 2002 di New York Yoshiyuki Tomino, uno dei “papà” del Gundam originale che non era stato coinvolto in questo progetto, manifesta pubblicamente la sua disapprovazione verso G-Saviour.
Come risultato, il merchandising e gli spin-off si limitano ad un solo gunpla, tre drammi radiofonici ed un videogioco, tutti realizzati in contemporanea al film. Ma ciò che più colpisce è come questa opera non venga neanche menzionata nei libri a carattere enciclopedico (ad esempio i vari Mobile Suit Illustrated o The Encyclopedia of Gundam) pubblicati dal 2003 in poi. Va anche detto che in G-Saviour non viene mai pronunciata la parola “Gundam”!

 

È l’anno 223 dell’Universal Century, la Federazione Terrestre è collassata; al suo posto ora c’è Il CONSENT (Congress of Settlement Nations) che incorpora anche i vecchi Side 2, 3, 5, 6 e 7. Le rimanenti colonie, ormai completamente indipendenti e chiamate Settlement, fanno invece parte della cosiddetta “Lega della Libertà”, al cui interno si forma il gruppo degli Illuminati, una sorta di resistenza che si oppone segretamente all’imperialismo del Congresso.
Mentre sulla Terra è in corso una crisi alimentare dovuta all’ecosistema fortemente devastato e all’eccessivo aumento della popolazione, su Gaea, prima colonia del nuovo Side 8, alcuni scienziati hanno trovato un modo di sfamare tutta l’umanità. Grazie ad un particolare tipo di bioluminescenza sarebbe infatti possibile coltivare i fondali marini, ed il conseguente incremento di produttività agricola permetterebbe di sopperire alla penuria di cibo.
Ma questo rischia di compromettere lo strapotere militare e politico del CONSENT, che cospira per negare al mondo la rivoluzionaria scoperta fatta su Gaea…


Titolo: G-Saviour
Titolo originale: Gセイバー [G SEIBĀ]
Formato: film TV
Durata: 93 minuti
Prima messa in onda: 29 dicembre 2000
Regia: Graeme Campbell
Sceneggiatura: Mark Amato & Stephanie Pena-sy
Casting: Lynne Carrow & Sue Taylor Brouse
Mecha design: Kunio Okawara, Shigemi Ikeda, Masahisa Suzuki, Kevin Ishioka
Produzione: Bandai Visual – Sunrise
Periodo U.C.: febbraio U.C. 0223
Trasposizioni:
 Romanzi & Racconti:
   • G-Saviour romanzo

 

PHOTOGALLERY:  

no images were found

 

Storia
Luoghi
Merchandise

I commenti sono chiusi